Seleziona una pagina

Il Piano di Assetto Idrogeologico della Regione Sardegna

Il Piano Stralcio per l’Assetto Idrogeologico (P.A.I.), redatto ai sensi della legge n. 183/1989 e del decreto-legge n. 180/1998, e approvato con decreto del Presidente della Regione Sardegna n. 67 del 10/07/2006, rappresenta un importantissimo strumento conoscitivo, normativo e tecnico-operativo ai fini della pianificazione e programmazione delle azioni e delle norme d’uso finalizzate alla conservazione, alla difesa ed alla valorizzazione del suolo, alla prevenzione del rischio idrogeologico individuato sulla base delle caratteristiche fisiche ed ambientali del territorio regionale.

Le perimetrazioni individuate nell’ambito del P.A.I. delimitano le aree caratterizzate da elementi di pericolosità idrogeologica, dovute a instabilità di tipo geomorfologico o a problematiche di tipo idraulico, sulle quali si applicano le norme di salvaguardia contenute nelle Norme di Attuazione del Piano.

Il territorio del Comune di Aidomaggiore è soggetto a Pericolo Geomorfologico Rev. 40 (Pericolo Frana PAI) ed a Rischio Geomorfologico Rev. 40 (Rischio Frana PAI) secondo le classi definite dal PAI stesso nonché a vincolo idrogeologico ai sensi dell’Art. 1 del R.D.L. 3267/1923

Approfondimenti

Norme di Attuazione
Norme di Attuazione del PAI – revisione Maggio 2016 – PDF
Vincolo idrogeologico ai sensi del R.D.L. 3267/1923
Regio decreto-legge 30 dicembre 1923, n. 3267 (PDF)

Gli Strati Informativi del PAI

Piano Stralcio delle Fasce Fluviali (P.S.F.F.)
Il Piano Stralcio delle Fasce Fluviali costituisce un approfondimento ed una integrazione necessaria al Piano di Assetto Idrogeologico (P.A.I.) in quanto è lo strumento per la delimitazione delle regioni fluviali funzionale a consentire, attraverso la programmazione di azioni (opere, vincoli, direttive), il conseguimento di un assetto fisico del corso d’acqua compatibile con la sicurezza idraulica, l’uso della risorsa idrica, l’uso del suolo e la salvaguardia delle componenti naturali ed ambientali.
Piano Forestale Ambientale Regionale (PFAR)
Il Piano Forestale Ambientale Regionale (PFAR), redatto ai sensi del D.Lgs. 227/2001 e approvato con Delibera 53/9 del 27.12.2007, è uno strumento quadro di indirizzo, finalizzato alla pianificazione, programmazione e gestione del territorio forestale e agroforestale regionale, per il perseguimento degli obiettivi di tutela dell’ambiente e di sviluppo sostenibile dell’economia rurale della Sardegna. Scheda Descrittiva del distretto 13 – OMODEO –
Scenari Stato Attuale PGRA
Il layer Scenari Stato Attuale PGRA rappresenta l’inviluppo delle perimetrazioni delle aree caratterizzate da pericolosità idraulica derivante da modellazioni, mappate nell’ambito della predisposizione del Piano di Gestione del Rischio da Alluvioni, aggiornate alla data del 31.12.2016. La banca dati è stata creata ai fini dell’approvazione del Piano di Gestione del Rischio da Alluvioni, in applicazione della Direttiva Comunitaria 2007/60/CE e del D.Lgs. 49/2010, nonché del suo aggiornamento.
Aree di pericolosità molto elevata da frana -Hg4-
ARTICOLO 31 Disciplina delle aree di pericolosità molto elevata da frana (PDF)
Aree di pericolosità elevata da frana -Hg3-
ARTICOLO 32 Disciplina delle aree di pericolosità elevata da frana (PDF)
Aree di pericolosità media da frana -Hg2-
ARTICOLO 33 Disciplina delle aree di pericolosità media da frana (PDF)
Aree di pericolosità moderata da frana -Hg1-
ARTICOLO 34 Disciplina delle aree di pericolosità moderata da frana (PDF)